Pedagogia Steineriana

acqarello-albaLa scuola steineriana prende il nome dal proprio fondatore Rudolf Steiner e ha come modello la prima scuola “Waldorf” fondata a Stoccarda nel 1919, secondo principi pedagogici innovativi e vicini alle esigenze dei bambini.

I principi educativi derivano dall’attenta osservazione delle fasi evolutive dell’essere umano e l’azione dell’insegnante è volta a educare nello stesso tempo il pensiero, il sentimento e la volontà dell’uomo in divenire.

Aiutare, dapprima nel bambino e poi nel ragazzo, l’armonioso sviluppo di tutti i suoi elementi costitutivi, favorirne la crescita cercando di rimuovere difficoltà e ostacoli: questa è la sfida che la Libera Scuola Rudolf Steiner accoglie per amore delle nuove generazioni.

Materie pratiche, artistiche e scientifiche confluiscono in una pedagogia che mantiene vivo nei bambini l’entusiasmo per la conoscenza del mondo e il piacere di imparare.

Grande cura e attenzione sono rivolte da un lato alle qualità e alle doti di ogni singolo bambino, dall’altro alla socialità, favorendo la comprensione degli altri esseri umani nella loro diversità e nelle peculiari difficoltà.

La scuola steineriana è rivolta a tutti senza distinzione di nazionalità, colore della pelle, religione, reddito o partito politico; è indirizzata a coloro che desiderano per i propri figli una preparazione alla vita che sia all’altezza dei compiti attuali e futuri dell’umanità.

La scuola steineriana, anche chiamata Waldorf, si ispira alle fonti e ai valori del cristianesimo e la dimensione religiosa compenetra la vita quotidiana, cercando di suscitare nei bambini senso di ammirazione e meraviglia per il mondo e la vita, vivendo le principali feste dell’anno in un’atmosfera autentica e profonda.

Per un approfondimento rimandiamo al sito italiano su Rudolf Steiner.

Il nostro obiettivo: elaborare una pedagogia che insegni ad apprendere, ad apprendere per tutta la vita dalla vita stessa.

Rudolf Steiner